L’etichettatura dei prodotti pericolosi

 

L’etichettatura è essenziale in ogni prodotto, ma ancor di più nel caso di prodotti pericolosi. Le etichette contengono le informazioni necessarie su come maneggiarli, quali precauzioni prendere durante il trasporto e lo stoccaggio, e dettagli riguardanti la loro origine e destinazione. In definitiva, forniscono tutte le informazioni che qualsiasi persona coinvolta nella filiera deve conoscere, garantendo la minimizzazione dei rischi.

bicolor_ReglamentoReachCLP

 

 

Esistono nove divisioni principali di merci pericolose, alcune delle quali hanno sottocategorie di prodotti separate:

 

1.- Materiali e oggetti esplosivi: questi sono divisi in sei categorie, tutte con un etichetta arancione. Come indicato dal nome, queste includono tutti i prodotti che sono suscettibili all’esplosione durante il maneggio.

 

2.- Gas: questa categoria include gas che sono infiammabili a contatto con il calore (etichetta rossa), gas non infiammabili e non tossici (etichetta verde) e gas velenosi (l'etichetta ha un teschio nero su sfondo bianco).

 

3.- Liquidi infiammabili: hanno un etichetta rossa.

 

4.- Solidi infiammabili e sostanze che sono spontaneamente combustibili: questa categoria include solidi infiammabili (l’etichetta ha strisce verticali rosse e bianche), e i solidi combustibili spontaneamente (l’etichetta è metà bianca e metà rossa) e i solidi che possono infiammarsi a contatto con l'acqua (etichetta blu).

 

5.- Sostanze ossidanti e perossidi organici: le sostanze ossidanti hanno un'etichetta gialla con una fiamma all'interno di un cerchio in alto, mentre i perossidi organici hanno un'etichetta rossa.

 

6.- Beni tossici e infettivi: queste si dividono in sostanze tossiche che sono letali se ingerite (l'etichetta ha un teschio su fondo bianco) o che sono infettive (invece di un teschio, l'etichetta ha tre cerchi sovrapposti).

 

7.- Sostanze radioattive: l’etichetta indica se la radioattività è di tipo I, II o III.

 

8.- Sostanze corrosive: i contenitori di questo tipi di sostanze devono essere marcati con un pittogramma che è bianco in alto e nero in basso. La parte superiore ha un'icona di due provette che versano il loro contenuto su una mano e su una superficie.

 

9.- Varie: questa categoria comprende tutte le altre sostanze pericolose, che hanno un'etichetta bianca (con linee verticali nere in alto).

 

Tutte queste etichette sono accompagnate dal numero per il per il tipo di materiale pericoloso e la sua sottocategoria.

 

Le regolazioni REACH-CLP

Dal gennaio 2009, le merci pericolose nell'Unione Europea sono soggette alla conformità al Regolamento CLP sulla classificazione, etichettatura e imballaggio di sostanze e miscele. Questo regolamento include i criteri internazionali del Sistema mondiale armonizzato di classificazione ed etichettatura dei prodotti chimici (GHS).

 

Questo tipo di sostanze deve inoltre essere conforme al Regolamento REACH per la registrazione, valutazione, autorizzazione e restrizione delle sostanze chimiche. I produttori e gli importatori sono tenuti a fornire informazioni sulle proprietà fisico-chimiche e sugli effetti ambientali e sulla salute dei loro prodotti.

 

Pertanto, oltre alla classificazione nelle nove classi di merci pericolose, le etichette devono contenere informazioni quali:

 

  • I dati di contatto del fornitore.

  • La quantità delle sostanze o delle miscele contenute nel recipiente.

  • Informazioni identificative sul prodotto, le stesse che compaiono sulla Scheda di Sicurezza.

  • Pittogrammi di pericolo a due colori (rosso e bianco).

  • La parola di segnalazione corrispondente (pericolo o avvertenza).

  • Le indicazioni di pericolo, quando la sostanza o la miscela è classificata come pericolosa.

  • Indicazioni di precauzione.

  • Informazioni aggiuntive riguardanti proprietà fisiche, effetti sulla salute, o specifiche regole di imballo.

 Regolazioni_REACH_CLP_L’etichettatura_prodotti_pericolosi

                   Bottom of the image: Source

 

La Regolazione CLP stabilisce anche le caratteristiche fisiche dell’etichetta: dimensioni basate sulla capacità dell’imballo, disposizione e dimensione di ogni elemento.

 

 

 

 

Hai bisogno di identificare prodotti pericolosi?

Richiedi le informazioni

 

 

 

Stampanti UBS, la soluzione migliore

Per garantire la massima precisione richiesta per la marcatura, la codifica e l'etichettatura di merci pericolose, UBS realizza stampanti con le migliori garanzie, progettate per essere facilmente integrate in qualsiasi linea di produzione.

 Mrx_bicolor_Equipo_Impresión

 

Le nostre stampanti ad alta risoluzione APLINK MRX bicolor sono specialmente indicate per la stampa di pittogrammi e testi in accordo alle regolazioni REACH-CLP. Le due teste di stampa, con due sorgenti di inchiostro, possono stampare immagini, date di scadenze e tutti i tipi di barcodes che sono leggibili al 100% e compatibili con gli standard GS1 per l'imballaggio secondario.

 

 

 

  

 

 

 

Lo trovi interessante? ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

 

 
 

  • CONDIVISIONE:

Correlati

Marcatura laser o stampanti a getto d'inchiostro, questo è il dilemma

Marcatura laser o stampanti termiche a getto d'inchiostro? È una domanda che dobbiamo porci quando stiamo per scegliere una tecnologia per la codifica e la marcatura dei nostri prodotti o im

La stampa diretta su scatole vs. l’etichettatura automatica

Se hai una linea di produzione e hai necessità di identificare i tuoi imballi, oggi ti mostreremo l’alternativa che può aiutarti a continuare a produrre e ridurre i tuoi costi.<

Newsletter

UNITED BARCODE SYSTEMS, S.L. as the data controller will process your data for the purpose of replying to your query or request. You may access, rectify and erase your data, and also exercise other rights by consulting the additional detailed information on data protection in our Privacy Policy.