I trend nell’uso di materiali nel settore degli imballaggi

L'industria del packaging ha subito negli ultimi anni una trasformazione in conseguenza dell'impennata dell'e-commerce, della digitalizzazione della filiera per rispondere alle maggiori richieste in termini di rapidità ed efficienza nell'approvvigionamento delle merci, e della crescente consapevolezza ambientale, che si riflette in una legislazione più severa.

 

Inoltre, la crisi sanitaria causata dalla pandemia di COVID-19 è diventata un fattore di grande impatto sul settore. Da un lato sta accelerando il consolidamento del commercio online e, dall'altro, sono stati introdotti elementi specifici di cui si deve tener conto nella produzione e distribuzione degli imballaggi, che influenzano, ad esempio, la scelta dei materiali.

L’influenza della crisi sanitaria

Prima dello scoppio della pandemia che ha trasformato la nostra vita quotidiana, l'industria del packaging operava in una direzione condizionata da fattori quali:

 



Sostenibilità

 

I Regolamenti governativi più esigenti e la consapevolezza dei cittadini hanno invitato i produttori ad assumersi la propria responsabilità sociale nella lotta contro l'inquinamento creato dagli imballaggi, sia nel processo di produzione, sia alla fine del suo ciclo di vita. Tra le tendenze più comuni abbiamo: l'utilizzo di materiali riciclati, riciclabili, riutilizzabili e biodegradabili/compostabili; la riduzione dell'utilizzo di materie prime fossili; o disegni adattati al prodotto in modo da evitare un imballaggio in eccesso e, quindi, la creazione di residui ridotta al minimo.


Personalizzazione

 

Il packaging è uno strumento di marketing, una piattaforma pubblicitaria a cui le aziende si rivolgono sempre più per attirare i consumatori e distinguersi dalla concorrenza.
 


Trasparenza

 

Gli imballaggi trasparenti, in particolar modo nei prodotti alimentari, permettono di vedere il contenuto, e quindi permette di creare fiducia nel consumatore.

 


Funzionalità


Un'esperienza utente soddisfacente ha un impatto sulla lealtà. Confezione adeguata al prodotto, facile da aprire, delle dimensioni necessarie e che facilita i resi in caso di incidenti.

 

 

 

  

Le misure adottate in conseguenza della pandemia di COVID-19 hanno accelerato e rafforzato queste tendenze. Il commercio online è cresciuto in tutti i settori, in particolare in quello alimentare; il settore farmaceutico ha visto aumentare la domanda di prodotti che proteggono dal coronavirus, ovvero maschere per il viso e gel idroalcolici.

 

La funzionalità, con confezioni adattate all'uso individuale, che offrono al consumatore un'esperienza piacevole, ad esempio negli ordini di cibo da asporto, è diventata, più che una tendenza, una necessità. Questo accade anche con gli imballaggi trasparenti, indispensabili nei prodotti alimentari di quarta e quinta gamma.

 

Sempre nel settore alimentare, una caratteristica essenziale degli imballaggi, accentuata dalla pandemia, è che superano i processi termici con le massime garanzie di sicurezza. Le plastiche termoindurenti resistono alla sterilizzazione, al riempimento a caldo e all'utilizzo nei forni a microonde.

 

Per quanto riguarda la sostenibilità, forse nei primi momenti dell'emergenza sanitaria questo aspetto è stato lasciato da parte, tuttavia, affinché l'industria sia sostenibile, sia a livello economico che ambientale, l'uso di materiali che rispettano l'ambiente e il principio del residuo minimo deve continuare a fissare lo standard. Le bioplastiche, il cartone riciclato e i contenitori riutilizzabili hanno ancora un lungo viaggio davanti a loro.

 

 

 

 

Ti piace quello che stai leggendo? ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

 

 
 

 

Per quanto tempo verranno utilizzati gli imballaggi in cartone?

 

Allo stesso modo, il cartone ha una lunga vita nell'industria dell'imballaggio. Il boom delle vendite online, il suo sentire come materiale igienico e rispettoso dell'ambiente, la sua versatilità per lo sviluppo di soluzioni molto diversificate, insieme alle normative che sanzionano l'uso di materie plastiche non riutilizzabili sono fattori che favoriscono la crescita di questo materiale. 

poroso_latas_tomate


Secondo i dati pubblicati dall'Associazione spagnola dei produttori di contenitori e imballaggi in cartone ondulato (AFCO), la produzione di cartone ondulato è aumentata del 4,4% nel 2019, un ulteriore 0,6% nel 2020 raggiungendo i 5.552 miliardi di m2, il che significa otto anni di continui aumenti (32% in più sul totale del periodo).

 

Le esigenze igieniche e di prevenzione legate all'emergenza sanitaria hanno favorito l'aumento della domanda di scatole e vassoi monouso per materiali sanitari e prodotti di prima necessità nelle strutture sociali.

La plastifica sarà eliminata?

 
envases_plastico_marcaje

Le capacità offerte dalla plastica in settori come quello agroalimentare, farmaceutico, chimico o cosmetico sono irreplicabili. Come era intitolato uno dei nostri articoli: Opinione impopolare: la plastica è necessaria”. Detto questo, i regolamenti governativi, sia a livello comunitario, sia a livello statale, sono orientati all'eliminazione di quei materiali che non possono essere recuperati per la loro reintegrazione nella catena di approvvigionamento. È il caso, ad esempio, dei sacchetti di plastica oxo-frammentabili, responsabili delle microplastiche che contaminano gli oceani.


L'UE ha approvato nel 2019 la Direttiva sulla plastica monouso che obbliga gli Stati membri dell'UE ad applicare una serie di misure per combattere la plastica usa e getta più comunemente presente sulle spiagge europee. In base a tale normativa europea, il 3 luglio è entrato in vigore il divieto di alcuni prodotti in plastica monouso, ovvero bastoncini cotonati, cannucce, bacchette e posate, piatti, steli di palloncini, nonché contenitori in polistirolo espanso per il consumo - cibo e bevande assenti. La Commissione Europea, inoltre, prevede una tassa sui contenitori di plastica non riutilizzabili che ricadrà sulla fabbricazione di prodotti in plastica monouso (0,45 € al chilo di confezione), mentre fissa l'obiettivo di raggiungere il 90% della raccolta di bottiglie di plastica che, entro il 2030, deve contenere almeno il 30% di componenti riciclati.

 

I produttori di contenitori in plastica stanno sviluppando nuovi materiali bioplastici e potenziando sia le soluzioni monomateriali che il riciclaggio e il riutilizzo per adeguarsi ai nuovi standard normativi e ad una maggiore consapevolezza ambientale da parte della società.

Pallet in plastica, un ritmo di raccolta alternativo

Il settore industriale sta sfruttando le caratteristiche della plastica attraverso lo sviluppo di nuove applicazioni, come nel caso dei pallet, tradizionalmente realizzati in legno. Tra i vantaggi che queste offrono, troviamo:

 

 
  • Leggerezza. Pesano il 30% in meno rispetto ai pallet in legno, un aspetto che incide sui costi di trasporti.

  • Igiene. Sono molti facili da pulire e disinfettare.

  • Una vita lunga e senza deterioramenti.

  • Afferraggio sicuro. Riducendo i rischi di incidente.

  • Riciclabilità e facilità di riutilizzo.

  • Impilabilità. I pallet in plastica sono altamente resistenti e impilabili, il che favorisce l'ottimizzazione dello spazio di magazzino. Inoltre, esistono soluzioni adesive che impediscono lo spostamento.

 
 
 
 
 
Plastic pallets_Labeling

 

Qualsiasi opzione di confezionamento, sia per le materie prime, sia per i prodotti secondari e terziari, richiede un adeguato sistema di marcatura e codifica. In UBS vantiamo le migliori attrezzature di stampa, ottimizzate per fornire una risposta a qualsiasi esigenza. Non esitare a contattarci e studieremo il tuo caso.

 

 

 

 

 

Vuoi codificare i tuoi imballi di plastica o cartone?

Contatta i nostri esperti

 

 

  • CONDIVISIONE:

Correlati

Marcatura laser o stampanti a getto d'inchiostro, questo è il dilemma

Marcatura laser o stampanti termiche a getto d'inchiostro? È una domanda che dobbiamo porci quando stiamo per scegliere una tecnologia per la codifica e la marcatura dei nostri prodotti o im

La stampa diretta su scatole vs. l’etichettatura automatica

Se hai una linea di produzione e hai necessità di identificare i tuoi imballi, oggi ti mostreremo l’alternativa che può aiutarti a continuare a produrre e ridurre i tuoi costi.<

Newsletter

UNITED BARCODE SYSTEMS, S.L. as the data controller will process your data for the purpose of replying to your query or request. You may access, rectify and erase your data, and also exercise other rights by consulting the additional detailed information on data protection in our Privacy Policy.